Unghie fragili

unghie fragili, unghie macchiate, unghie striate, prodotti, top coat, manicure, cuticole, bellezza, benessere, salute, alimentazione, smalto Questo è l’inconveniente più frequente: in fase di crescita tendono ad aprirsi, sfaldarsi e a rompersi. Tipico di chi non usa i guanti nelle faccende domestiche. Sono, infatti, gli agenti esterni a causarne debolezza e fragilità. Rimedi Si può intervenire su più fronti. Sicuramente una crema ricca in vitamine, fosfolipidi e ceramidi e con oli vegetali (come quellodi mandorle dolci o jojoba) aiuta a migliorare l’elasticità della placca cornea e, quindi, a dare più resistenza alle unghie. Da massaggiare ogni sera, per almeno un mese e mezzo, facendo penetrare la crema, sia nella parte iniziale, dove è visibile la nuvola, che per tutto il contorno, dove c’è la matrice ungueale (da cui dipende anche la crescita). Oppure, se si ha poco tempo a disposizione, applicare, da una a due volte a settimana, su tutta l’unghia un prodotto che indurisce la placca cornea, facendo aderire per bene i tre strati di cui l’unghia è composta. Le vostre unghie si mostreranno subito più sane e robuste. La fitoterapia, invece, consiglia un fluido di equiseto, in quanto è un ottimo rimedio per fortificarle essendo ricco di silice. In generale, per unghie morbide è bene usare un trattamento che fortifica e indurisce, e un indurente per quelle che si spezzano.

 

Unghie macchiate

Solitamente le unghie porose sono quelle più facilmente colpite da questo inestetismo, perché assorbono facilmente i pigmenti del colore delle vernici. Questo fenomeno si accentua soprattutto se non si usano basi trasparenti protettive prima di applicare lo smalto. Mentre se sono ingiallite, solitamente, è a causa della nicotina che intossica le unghie. Rimedi Mai senza la base (coat), che le protegge conservando inalterato il colore e favorisce anche una migliore adesione dello smalto. Prudenza sull’acquisto della base, perché in vendita ve ne sono alcune contenenti formaldeide e toluene, altamente tossiche. Inoltre, esistono anche dei “prodotti barriera” da applicare prima ancora della base. Un rimedio naturale è, invece, l’utilizzo del limone, che le schiarisce e rende anche il bordo bianco. È buona abitudine immergere le unghie all’interno della polpa e strofinare. Poi sciacquare, asciugare e applicare una crema nutriente come quella al burro di karité.

 

Unghie striate

In età avanzata questo fenomeno è fisiologico, mentre prima è dovuto a una mancanza di ferro o a poca idratazione. Le unghie si presentano secche e con righe su tutto il letto ungueale. Attenzione, perché l’uso di solventi di cattiva qualità peggiora la situazione, rendendole ancora più aride e cambiandone il colore (cuticole e unghie si presentano più bianche del solito) proprio per insufficienza di acqua. Rimedi È indispensabile mantenere un livello di idratazione alto e costante nel tempo. Esistono trattamenti specifici quali veri e propri sieri idratanti a base di urea, nota per le proprietà idratanti e addolcenti. Da applicare su unghie ben struccate, due volte a settimana, facendo agire di notte. Inoltre, è bene passare, una volta a settimana, una lima a grana fine sulla superficie e poi stendere un prodotto riempitivo e levigante.

Unghie fragiliultima modifica: 2013-09-08T13:28:28+02:00da elena1973b
Reposta per primo quest’articolo