Latest

Unghie indebolite dopo ricostruzione! Cosa fare?

Come è noto le unghie ben curate, sane, lucenti, sono fondamentali per la bellezza delle mani e anche dei piedi. Sempre più spesso si ricorre alla ricostruzione delle unghie per svariati motivi. Questo tipo di trattamento, di regola, durerà un tempo grazie al quale si può raggiungere la lunghezza desiderata dell’unghia naturale. Con la ricostruzione unghie si potrà godere di una mano presentabile, precisa, chic ed alternativa grazie alla nail art ovvero l’applicazione di polveri glitter colorate, swaroski, stencil, micropalline, fiori secchi, fiori in porcellana, piercing e gel colorati usati durante la ricostruzione unghie.
A volte però le unghie , dopo la rimozione del gel, si possono indebolire e si sfaldano. A causa di fresature aggressive, sia con la lima sia con la fresa, le unghie naturali posso presentarsi fragili, rosse e doloranti.

La miglior soluzione è non rifare un’altra ricostruzione, visto che durante la preparazione si va a limare ulteriormente un pò della tua unghia già stressata. Non resta altro che aspettare qualche mese fin che nasca l’unghia nuova. Nel frattempo occorre applicare tutte le sere sulle cuticole una crema adatta e olii idratanti come l’olio di arnica. Successivamente per una maggior ripresa dell’unghia applicare uno smalto rinforzante tutti i giorni per un’intera settimana senza togliere quello del giorno prima in modo tale che si crei una patina che protegga e rinforzi l’unghia.

Tra i prodotti che si possono utilizzare c’è Keratrind, l’unico prodotto al mondo per unghie a base di keratina idrolizzata. E’ un trattamento indicato per le unghie danneggiate, ad esempio a seguito dell’utilizzo di unghie artificiali o dell’esposizione a solventi e all’inquinamento ambientale. Da tenere presente anche due prodotti Pupa che sono la base ultra-rinforzante per migliorare la resistenza e la forza delle unghie fragili e sfaldate e la base attiva ricrescita che è un trattamento unghie arricchito alle vitamine e agli estratti naturali, aiuta la crescita delle unghie.
Nel giro di circa 15 giorni le unghie torneranno ad essere forti e sane.

Dieta per una abbronzatura perfetta

Cosa mangiare per avere un’abbronzatura perfetta? Fondamentale è appunto la scelta degli alimenti che favoriscano la produzione di melanina. Essenziali sono la vitamina A, la vitamina E e la vitamina C, molto importanti per la salute della pelle. Queste vitamine vanno quindi assunte in abbondanza nel periodo estivo, soprattutto durante l’esposizione al sole. Queste vitamine aiutano infatti a proteggere la pelle dai danni dei raggi del sole, a mantenerla elastica e sana e ad evitare le scottature.
2638491517

Via libera a verdura e frutta, protagonisti dell’estate come abbiamo visto in numerose diete, come quella del melone e dell’anguria. Vi propongo un menù d’esempio con i cibi amici dell’abbronzatura: potete seguirlo a piacimento e vedrete che vi sarò molto più facile ottenere una bella abbronzatura.

Colazione: yogurt magro con cerali integrali ed una spremuta di arancia.
Spuntino di metà mattina: frutta fresca di stagione, meglio se di colore giallo-arancio.
Pranzo: un’insalata fresca con verdure di stagione oppure un piatto di verdure alla griglia. Frutta a volontà.
Spuntino di metà pomeriggio: un bicchiere di succo di mirtillio.
Cena: pasta integrale condita con pomodoro fresco e basilico.

Randi Ingerman: ‘Dovrei togliermi un pezzo di cervello’. Ecco la malattia che ha colpito la modella

Randi Ingerman: ‘Dovrei togliermi un pezzo di cervello’. Ecco la malattia che ha colpito la modella Che fine ha fatto Randi Ingerman?

ra-inLa modella americana, icona di bellezza nell’Italia degli anni ’90, ha finalmente ritrovato la serenità dopo un periodo molto difficile. Prima colpita dalla malattia e poi da tre terribili lutti familiari: quello della nipotina, del padre e del fratello. Randi è riuscita a rialzarsi ed ecco oggi cosa fa e qual è la malattia che l’ha colpita.

Il decalogo per sfruttare al massimo i benefici dei raggi ultravioletti, senza pericoli

Sole, croce e delizia: fa bene o fa male? Tutto dipende da come e da quanto ci si espone. Perché diventi un alleato di salute e bellezza, è fondamentale sapere come “affrontarlo”.
I raggi ultravioletti hanno un ruolo importante nella sintesi organica di vitamina D, la sostanza coinvolta nello sviluppo dello scheletro e in grado di proteggere le ossa da malattie quali il rachitismo e l’osteoporosi. Ma per godere appieno di questi effetti benefici bisogna non dimenticare questo importante decalogo antirischio messo a punto dal ministero della Salute.

Regole per prendere il sole senza rischi

1. Un’esposizione eccessiva al sole costituisce un grave rischio per la salute. Nessun prodotto filtra tutti i raggi UV, ma l’uso di creme solari appropriate protegge dai rischi del cancro della pelle, evita arrossamenti ed eritemi e previene il foto invecchiamento della pelle.

2. È importante scegliere e confrontare i solari in base al tipo di pelle (fototipo), di esposizione e luogo (neve, mare, piscina, sabbia, ecc.). Utilizzare prodotti che offrono una protezione sufficiente, chiedendo consiglio, in caso di dubbio, al medico o al farmacista. Porre maggiore attenzione alle radiazioni solari quando si è vicini ad acqua, neve o sabbia.

Nessun prodotto protegge totalmente. Non esporsi al sole troppo a lungo anche se si utilizza un prodotto per la protezione solare UVA+UVB.

4. Evitare comunque le ore più calde (11-15) e sostare in un luogo ombreggiato fra le 11 e le 13, ricordando però che alberi, ombrelloni e tettoie non proteggono completamente dalle radiazioni solari. Controllate l’indice di UV ogni giorno, anche attraverso le pagine delle previsioni del tempo sui giornali: più alto è l’indice, più importante è proteggersi.

5. Cercare di non scottarsi mai. Nelle ore più calde indossare una T-shirt, un cappello a falda larga e gli occhiali da sole.

6. Tenere i neonati e i bambini piccoli lontani dalla luce diretta del sole. Proteggeteli sempre utilizzando maglietta e cappello e tenendoli sotto l’ombrellone nelle ore più calde.

7. Applicare il prodotto per la protezione solare prima di ogni esposizione al sole. Il fatto di essere già abbronzati non costituisce una protezione sufficiente.

8. Non dimenticare di applicare il prodotto solare su tutte le parti del corpo esposte al sole. Per essere efficaci i solari devono essere applicati correttamente e in quantità adeguata (normalmente 35 g di solare per tutto il corpo, pari a circa sei cucchiaini da tè).
Rinnovare l’applicazione, specialmente dopo il bagno o essersi asciugati o se si è sudato molto.

9. Proteggete la pelle anche durante il bagno in mare o in piscina perché i raggi ultravioletti agiscono anche quando siete in acqua.

10. Utilizzare prodotti che proteggono sia dai raggi UVA che UVB. Usare prodotti solari che offrono almeno una protezione “media”, ossia un SPF (fattore di protezione solare) di 15, 20 o 25.

Le dieci mosse vincenti per aiutare la pelle a uscire dall’inverno e farla tornare ad avere un aspetto bello e sano

ESFOLIARE

Fare uno scrub al viso per eliminare tutte le impurità e le cellule morte è il primo passo per ridare alla pelle luminosità e freschezza. Da fare una o due volte la settimana.
MASCHERA
Purificante per pelli impure, idratante per pelli secche, nutriente se la pelle è giù di tono: una maschera su misura, dopo lo scrub, agisce in profondità ed è un vero toccasana.

c700x420

DALL’ESTETISTA
È il momento di una pulizia professionale. La pelle del viso va detossinata, soprattutto se mista o impura. Se è normale o secca, la pulizia è indispensabile per favorire il turn-over cellulare e illuminare l’epidermide.
BERE
Acqua tiepida la mattina, ma anche tè verde, tisane drenanti e detossinanti. Senza escludere il latte scremato. I classici due litri di liquidi al giorno fanno miracoli per rivitalizzare l’intero organismo e idratare la pelle dall’interno.

MAKE-UP
Un trucco leggero è perfetto per questo periodo. Il fondotinta si può sostituire con una crema idratante colorata, da illuminare con un tocco di blush rosa. L’effetto sarà più fresco.
PELLE PROTETTA DI GIORNO
Proteggere sempre la pelle con una formula idratante con spf 15, perché i raggi solari, che arrivano al viso anche se il cielo è nuvoloso, favoriscono la disidratazione e la comparsa delle rughe.
DAL MEDICO ESTETICO
Prima che sia estate, è un’ottima idea fare un trattamento esfoliante a base di acido glicolico, o altre sostanze che il medico ritiene adatte per il vostro tipo di pelle. Il risultato di luminosità e levigatezza vi sorprenderà.
DI MATTINA
Non è necessario usare detergenti aggressivi. Basta sciacquare il viso con acqua fresca e passare un dischetto di cotone imbevuto di latte: elimina le impurità e libera i pori, grazie all’acido lattico.
IL CORPO
Uno scrub casalingo composto da sale e bicarbonato è perfetto per esfoliare e riattivare la microcircolazione. Poco abrasivo, a costo zero, non lascia residui di unto, purifica la pelle senza inaridirla: da provare!
FRUTTA
Oltre a kiwi e arance, consiglio vivamente i frutti rossi e in particolar modo i mirtilli. Fanno molto bene alla circolazione e sono ricchi di vitamine e antiossidanti, preziosi per la pelle.

Come realizzare una base trucco luminosa

Primer, correttore e fondotinta: sono questi i tre gesti per creare una base make up a regola d’arte, irrinunciabili e quasi rituali. Ma oggi, ci dice l’esperto di make up Michele Magnani, le regole subiscono uno stravolgimento e il correttore si stende dopo il fondotinta.
La parola d’ordine per questa primavera? Sperimentare! Stravolgere le regole, mettere in discussione gesti ormai entrati nella daily routine. «I primer dovranno necessariamente entrare a far parte del beauty case di tutte le donne proprio per ottenere un effetto iper-naturale, stesi prima del fondotinta o meglio ancora miscelati con esso», ha spiegato appunto Magnani.
«Questi primer vanno stesi su tutto il viso per creare una setosità di base e per utilizzare meno fondotinta, ottenendo un effetto vellutato e naturale. I primer sono sempre più tecnico-logici e la tecnologia aiuta molto lo stile di applicazione, perché facilità il numero dei passaggi, diminuendoli e facendo sì che il risultato sia una pelle trasparente e il più naturale possibile».

«I siliconi volatili contenuti nei primer non otturano i pori come si pensa, anzi producono un effetto benefico perché trattengono l’idratazione più a lungo nella pelle. Quindi danno un immediato effetto ottico di levigatezza della pelle. Effetto aumentato anche dalle particelle perlescenti che conferiscono invece un effetto compattezza, facilitano la stesura del make up e la pelle necessiterà così di meno fondotinta e correttore».

Fondotinta: scegli quello più adatto alla tua pelle
«Altri prodotti indispensabili allo scopo sono gli highlighter, magari miscelati con i correttori. Potenziano il pigmento e coprono meglio, rendendo impercettibile l’effetto texture sulla pelle», dice ancora l’esperto. «Nei backstage si usa mettere il fondotinta e poi il correttore solo dove necessita, nelle zone d’ombra, quasi fosse un finish, per non appesantire la pelle e fare meno passaggi. Nella beauty routine di una donna solitamente il passaggio è: correttore, primer, fondotinta, ma così facendo può accadere che, stendendo il fondotinta un po’ di correttore sparisca e occorra rimetterlo. Quindi si va a stratificare e a rendere più pesante la zona occhi che invece è più delicata. Applicando quindi il correttore una sola volta, alla fine e solo dove serve, sopratutto nelle zone d’ombra, la pelle risulterà più leggera, luminosa e trasparente».
Per creare tanti punti luce sul viso mantenendo un aspetto del tutto naturale Michele Magnani consiglia l’utilizzo di un gloss. Sullo zigomo, sulla palpebra, in punti diciamo insuali. «Un’altra novità per la stagione è lo sculpting. Si possono utilizzare gli sculpting cream, creme colorate che creano delle ombre naturali, facili da applicare e texturizzate. Questo prodotto va a ridefinire i volumi del viso come tocco finale. O quasi. Gli sculpt, infatti,si possono stendere sopra o sotto la cipria, non vanno a macchiare ma danno un diverso effetto di luce, più cremoso. Risultato? La pelle appare volumizzata ma solo nei punti giusti».
Come vanno stesi? «Con il pennello o con le dita, dipende dalla manualità della persona. Non con la spugnetta perché porta via troppo prodotto. Con pennello e poi picchiettato con le dita o con dita e poi sfumato con pennello, dipende da ognuna», suggerisce Michele Magnani.
Infine, come ultimo consiglio, Magnani ci parla delle polveri minerali: «Non seccano la pelle perché contengono olio di jojoba e particelle riflettenti e creano un meraviglioso effetto visivo perché la pelle diventa subito naturale, luminosa, fresca e leggera. Queste polveri fissano il make up e danno un incredibile effetto finish. Anche a livello di fotografia e video rendono moltissimo, ringiovaniscono, perché riflettono la luce e dare un effetto offuscato, come l’effetto calza in televisione».

Sorriso prezioso

Per noi donne il sorriso svolge un ruolo fondamentale per la conquista del partner, è un’arma importantissima perché per moltissimi uomini il sorriso è un aspetto fondamentale ed una delle cose che osservano per prima in una donna. Però, la cura dei denti è molto costosa, e spesso si è costrette a rinunciarvi. Allo stesso tempo molte di noi, come confermato da Prestitosulweb.it, per sostenere tutte le spese necessarie ricorrono a dei prestiti, perché per essere veramente soddisfatte del nostro sorriso i nostri denti oltre ad essere bianchi e perfettamente regolari, devono essere curati e sani.

Moltissime, fra noi donne italiane, fuggono dalle cure dentistiche, ritenute troppo costose e spesso superflue, che si possono addirittura evitare o rinviare. Perché non è solo la paura della poltrona a frenarci, ma soprattutto costi eccessivi delle cure dentistiche e odontoiatriche, che molte volte possono essere sostenute solamente ricorrendo al prestito.

In generale secondo un’indagine dell’Osservatorio Sanità di UniSaluteben il 51% degli italiani sopra i 30 anni, infatti, ha dichiarato di non essersi mai seduto sulla poltrona di un dentista negli ultimi 12 mesi a causa dei costi troppo elevati, e il 32% non ha nessuna intenzione di farlo in futuro, salvo di fronte a un’emergenza. Una delle poche soluzioni a cui pensare per affrontare questa tipologia di spesa è quella, tra l’altro sempre più diffusa, del ricorso a un finanziamento.
.

Smalti ,le nuove collezioni dei grandi marchi

Le unghie parlano di noi, del nostro stile: possono essere nvde, semplici, decorate da una classica riga french manicure oppure coloratissime e vivaci.

Stagione dopo stagione assistiamo alla nascita di tante mode nuove e come lo scorso inverno ci siamo fatte stregare dagli effetti Caviar o Velvet (che riporducevano appunto effetti 3D sulle unghie), per la primavera in arrivo siamo prontissime a cedere ad altre piacevoli novità.

Partiamo dagli stickers, i famosi patch adesivi per creare una manicure in un gesto semplice e veloce, riproposti ora da Deborah Milano con una nuovissima formula che permette di rimuovere questi adesivi senza utilizzare acetone o solvente alcuno.

Per chi ama la tradizione e lo smalto classico ci sono le nuove collezioni dei grandi marchi, con trend colore che iniziano già a delinearsi: rosa candy, palette di grigi, colori vitaminici.

Tutto qui? Certo che no, ma le anticipazioni terminano qui: date un’occhiata alle nuove tendenze, ai nuovi prodotti e…non fate trovare le vostre unghie impreparate!

Il trucco che fa per te

A seconda del tuo tipo di pelle e del colore dei tuoi occhi, ci sono ombretti e fard più adatti a te: scopri quali sono!

Il trucco nasce per valorizzare l’aspetto di una donna, non per trasformarlo in una tavolozza in cui sperimentare tutti i tubetti di colore; certo, se siete delle esperte makeup artist saprete come giocare con le diverse tonalità di ombretti e fard, ma se invece vi ritenete ancora alle prime armi è meglio puntare sui colori sicuri, che donano particolarmente ai vostri occhi e al vostro incarnato. Ecco qualche regola generale da seguire:

Occhi azzurri: l’arancione è perfetto per voi, da sfumare con toni color albicocca, dorati o rosa pesca; evitate il blu e verde, non metterebbero in risalto gli occhi. Mettete in evidenza la pupilla giocando con colori di contrasto, e completando con un  bel mascara.

Occhi verdi: il viola è l’ideale, così come il prugna o il lilla; no al blu. potete sottolineare il colore dell’iride con una matita verde scuro all’interno della waterline.

Occhi marroni:
dorato, marrone, grigio-verde… gli ombretti vi stanno quasi tutti bene: l’importante è non pasticciarli troppo. Usate la matita nera all’attaccatura delle ciglia, e ora che è estate esibite un trucco dorato, solare.

Occhi neri:
grigio scuro, blu, prugna, e tutte le sfumature intense e metallizzate vi donano; evitate invece i toni pastello, che potrebbero mortificare lo sguardo. Abbondate con l’eyeliner, da usare solo sulla rima superiore degli occhi se sono piccoli.

Se avete la pelle chiara, un blush rosato vi dona molto; non abusate con la terra però: se non siete abbronzate è inutile cercare di ricreare l’effetto  tintarella sulle guance, stonerebbe troppo con il resto dell’incarnato. Il contrario invece vale per la carnagione olivastra: sì ai bronzer dorati e illuminanti, no ai fard rosa e albicocca.

Raffaella Fico, look casual e shopping in centro a Milano

Raffaella Fico in abbigliamento casual con la salopette jeans e il cappellino fa shopping in centro a Milano.

1575925_-817435-000065

La soubrette ex compagna di Mario Balotelli, dal quale ha avuta la figlia Pia, è stata ospite della boutiue dei fratelli Rossetti. Ad accoglierla la responsabile Ketty che le ha mostrato l’ultima collezione di scarpe.